Attualità
15/06/2020

COVID-19: le iniziative delle autorità di vigilanza prudenziale europee e nazionali

di Alessio Azzutti, Hamburg University

1. Premessa

Questo scritto intende passare in rassegna l’insieme delle decisioni e misure politiche intraprese dalle autorità europee responsabili della vigilanza prudenziale sul settore bancario al fine di promuovere il rilancio dell’economia attraverso il sistema creditizio in un momento di grave difficoltà ed incertezza.

A livello europeo, l’insieme delle misure già attivate, così come quelle ancora in via di approvazione, risponde prima di tutto alla necessità di riconoscere la natura straordinaria dell’attuale situazione di emergenza, ma anche all’impossibilità di poter preventivare tutti i costi causati dalla pandemia, in termini sociali prima che economici. Essenzialmente esse mirano a limitare gli effetti di ricaduta sul Mercato Unico, offrendo una maggiore flessibilità interpretativa di alcune disposizioni della vigente normativa in tema di vigilanza prudenziale. Ciò, al fine di garantire che gli operatori continuino a svolgere il proprio ruolo istituzionale, vale a dire l’erogazione del credito, la provvigione di liquidità e capitale necessari a sostenere l’economia reale in un momento di emergenza e rinnovata incertezza sul futuro. In questo modo, le autorità europee riconoscono al sistema bancario un ruolo di primo piano e responsabilità nella ricostruzione delle economie europee post-COVID-19. 

[....]

 
Leggi il contributo completo pubblicato nell’Osservatorio “Diritto dell’Impresa dopo la Pandemia” (clicca qui)

Comments

Inserisci un nuovo commento

CAPTCHA
Questo passaggio serve per prevenire azioni di spam.