Finanza
07/04/2021

Cessazione Euribor: aggiornato l’Indirizzo BCE sullo euro short-term rate

Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea del 7 aprile 2021 l’Indirizzo (UE) 2021/565 della Banca centrale europea del 17 marzo 2021 che modifica l’Indirizzo (UE) 2019/1265 sullo euro short-term rate (EURSTR) (BCE/2021/10).

Il presente Regolamento tiene conto delle novità del Regolamento (UE) 2016/1011 (Regolamento Benchmark) che rende necessaria l’adozione di solide disposizioni alternative in un gran numero di contratti e strumenti finanziari.

In assenza di tali disposizioni alternative, l’eventuale abbandono in futuro di un indice di riferimento critico, come l’Euribor, può avere gravi ripercussioni sul funzionamento dei mercati e, di conseguenza, sull’attuazione della politica monetaria.

Una valida soluzione alternativa, raccomandata dal Consiglio per la stabilità finanziaria, è costituita dai tassi overnight composti retrospettivi.

La pubblicazione da parte della Banca centrale europea (BCE) di tassi composti basati sui valori storici dello euro short-term rate (EURSTR) contribuirebbe pertanto a mitigare il rischio sistemico in caso di abbandono di indici di riferimento, promuovendo al contempo un più ampio uso dell’EURSTR e favorendo la coerenza delle soluzioni alternative a disposizione degli operatori di mercato in tutte le principali aree valutarie.

Il presente Indirizzo aggiornata i compiti e le responsabilità della BCE previsti dall’Indirizzo (UE) 2019/1265 per includere il calcolo e la pubblicazione dei tassi composti.

Comments

Inserisci un nuovo commento

CAPTCHA
Questo passaggio serve per prevenire azioni di spam.