Vigilanza bancaria e finanziaria
16/10/2020

CRR: chiarimenti Banca d’Italia sulla definizione di default

Con nota del 15 ottobre 2020, Banca d’Italia ha fornito chiarimenti sull’applicazione del sulla definizione di default ai sensi dell’art. 178, paragrafo 2, lettera d) del Regolamento (UE) n. 575/2013 (CRR) con riferimento alla rilevanza delle obbligazioni creditizie in arretrato.

Inoltre, sono forniti chiarimenti sulle disposizioni attuative delle Linee guida EBA sull’applicazione della definizione di default.

In particolare, i chiarimenti hanno ad oggetto:

  • l’ambito di applicazione;
  • il calcolo delle soglie e la quantificazione dell’obbligazione creditizia in arretrato;
  • il ritorno a uno stato di non default;
  • le Obbligazioni creditizie congiunte;
  • l’applicazione alle operazioni di cessione del quinto;
  • la Prima applicazione delle nuove regole.

Delle novità introdotte dal CRR II, nonché dalla Direttiva 2019/878 (CRD V) e dalla Direttiva 2019/879 (BRRD II) parleremo al prossimo WebSeminar del 23 ottobre. Di seguito il programma e le modalità di iscrizione.

SESSIONE ANTIMERIDIANA

CRD V e CRR II: le novità in materia di vigilanza prudenziale e requisiti patrimoniali

  • Novità in materia di requisiti di leva finanziaria
  • Novità in materia di Net Stable Funding Ratio
  • Modifiche alla disciplina del rischio di credito (PMI e prestiti garantiti dalla cessione di quote di stipendio)
  • [...]

 

 

Comments

Inserisci un nuovo commento

CAPTCHA
Questo passaggio serve per prevenire azioni di spam.