Risk management
12/05/2021

CRR/BRRD: in GU UE i nuovi ITS su segnalazioni di vigilanza e informativa di TLAC e MREL

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea del 12 maggio 2021, il Regolamento di esecuzione (UE) 2021/763 che stabilisce norme tecniche di attuazione (ITS) per l’applicazione del Regolamento (UE) n. 575/2013 (CRR) e della Direttiva 2014/59/UE (BRRD) per quanto riguarda la segnalazione a fini di vigilanza e l’informativa al pubblico in materia di requisiti minimi di fondi propri e passività ammissibili.

In particolare, gli ITS stabiliscono un insieme di modelli per la segnalazione e l’informativa al pubblico in merito alle informazioni armonizzate sul requisito di fondi propri e passività ammissibili per gli enti di rilevanza sistemica globale (G-SII) e le filiazioni significative di G-SII non UE (TLAC) e sul requisito minimo di fondi propri e altre passività soggette a bail-in (minimum requirement for ownfunds and eligible liabilities, MREL).

Per motivi di comparabilità e certezza del diritto, l’articolo 45 decies, paragrafo 5, della Direttiva 2014/59/UE prevede, infatti, che gli ITS in oggetto stabiliscano una modalità standardizzata per fornire le informazioni sul rango dei fondi propri e delle passività sottoponibili al bail-in applicabile nelle procedure di insolvenza nazionali in ciascuno Stato membro.

Il presente regolamento entra in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea.

Il titolo I si applica a decorrere dal 28 giugno 2021.

Il titolo II si applica a decorrere dal 1° giugno 2021 per quanto riguarda l’informativa di cui all’articolo 437 bis e all’articolo 447, lettera h), del regolamento (UE) n. 575/2013, e a decorrere dalla data di applicazione degli obblighi di informativa di cui all’articolo 3, paragrafo 1, terzo comma, della direttiva (UE) 2019/879 per quanto riguarda l’informativa di cui all’articolo 45 decies, paragrafo 3, della direttiva 2014/59/UE.

Comments

Inserisci un nuovo commento

CAPTCHA
Questo passaggio serve per prevenire azioni di spam.